• +39 328 3438648
  • angelini.padova@gmail.com

Il disturbi dell’alimentazione

Il disturbi dell’alimentazione

I disturbi del comportamento alimentare (DCA) sono le patologie che generalmente si identificano nel rapporto problematico tra l’individuo e il cibo. Le principali forme di DCA sono l’Anoressia Nervosa, la Bulimia Nervosa e il Disturbo da Alimentazione Incontrollata. Nonostante il fatto che la quota maschile risulti in aumento, le più a rischio sono le giovani donne occidentali. È noto che i disturbi alimentari si manifestano più spesso nelle grandi città, ma non ci sono particolari distinzioni di classe sociale. Per quanto riguarda l’età delle persone più a rischio, in Italia c’è una prevalenza di DCA del 5,3% nella fascia di età tra 18 e 25 anni, secondo i dati del Ministero della salute (2009).

Un concetto fondamentale per capire questo tipo di malattie è quello del dismorfismo corporeo, ossia una rappresentazione alterata della propria immagine corporea. In caso di anoressia questo disagio è affiancato dalla paura di ingrassare, dal rifiuto del livello di peso corporeo normale per l’età e per la statura e dall’amenorrea (l’assenza di mestruazioni). La conseguenza più evidentemente visibile dell’anoressia è l’eccessiva magrezza e probabilmente è questo il motivo per cui l’anoressia è la forma più nota di DCA. Inizialmente la perdita di peso si ottiene tramite la riduzione della quantità di cibo assunta o una dieta rigida, ma questo tipo di alimentazione viene spesso accompagnato dallo svolgimento di un’eccessiva attività fisica, per perdere ulteriore peso.

Un altro sintomo dell’anoressia è la preoccupazione per il peso corporeo che aumenta proporzionalmente alla perdita reale del peso. L’autostima dei soggetti anoressici è influenzato eccessivamente dal peso e dalla forma del corpo e non di rado le persone malate rifiutano di ammettere la propria condizione di sottopeso. Inoltre, la perdita del peso viene concepita come una conquista e dimostrazione dell’autodisciplina, mentre l’aumento è vissuto come l’incapacità di controllo.

Esistono due sottotipi di Anoressia Nervosa: il primo è il tipo restrittivo, in cui la perdita di peso avviene principalmente attraverso la dieta, il digiuno e l’attività fisica eccessiva; il secondo è il tipo bulimico in cui le abbuffate regolari vengono alternante ai comportamenti di eliminazione del cibo consumato. Solitamente gli individui malati hanno i sintomi depressivi, quali l’irritabilità, l’insonnia, l’umore depresso e comportamenti ossessivo-compulsivi. Spesso si sentono a disagio nel mangiare in pubblico, riducono la spontaneità nei rapporti interpersonali e dimostrano la rigidità mentale.

A livello clinico si opta per la diagnosi di Bulimia Nervosa in caso in cui la distorta percezione del proprio corpo si verifica in presenza di abbuffate e comportamenti purgativi o di compensazione (ovvero vomito o movimento fisico). L’abbuffata è caratterizzata dalla rapidità con cui si mangia e dalle quantità di cibo spropositate, rispetto a quello che la maggior parte delle persone mangerebbe nello stesso arco di tempo. Generalmente l’abbuffata comprende cibi ipercalorici, ma a volte anche cibi crudi o congelati. Di solito il comportamento bulimico è vissuto con vergogna e per questo motivo le crisi avvengono in solitudine. In aggiunta, i soggetti bulimici hanno un senso di mancanza di controllo sull’atto di mangiare durante l’episodio e per prevenire aumenti di peso ricorrono ai comportamenti come vomito autoindotto; abuso di lassativi, diuretici, clisteri o altri farmaci; digiuno; esercizio fisico eccessivo. A differenza dei soggetti anoressici, le persone che soffrono di bulimia sono di solito nei limiti di peso normali, il che implica l’invisibilità di questo disturbo alimentare.

Dr. Stefano Angelini

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi