L’ansia da prestazione sessuale

ansiaImmaginate di avere due amici che ogni tanto vi invitano a cena. Il primo, voi pensate, quando vi invita si aspetta che voi mangiate tutto: antipasto, primo, secondo, contorno, dolce, frutta, caffè e ammazza caffè. Il secondo, voi pensate, vi lascia liberi di mangiare quello che desiderate. Con chi uscireste più spesso? Non è difficile immaginare che la scelta più ovvia sia propendere per il secondo amico, quello che pensate vi lasci liberi di scegliere ciò che più desiderate, ciò che sentite di poter mangiare secondo la vostra fame ed il vostro gusto del momento.

Ora provate a immaginare che l’amico che vi invita è la/il vostra/o partner e che non vi troverete a partecipare ad una cena ma ad una occasione sessuale. Pensate ancora di intrattenervi con la persona che, voi pensate, vi lascia liberi di fare quello che volete? Oppure sentite di dover assecondare le aspettative dell’altro cioè di fare tutto ciò che credete si aspetti da voi? In questo caso non vi sentirete molto tranquilli, anzi. Probabilmante vi sentirete un po’ preoccupati per quello che l’altro può pensare di voi, del giudizio che può attribuire alla vostra performance. Ecco, questa preoccupazione viene definita ansia da prestazione.

Ciò che probabilmente accadrà e che farete di tutto per asseocondare il/la partner anche a costo di mettere da parte le vostre voglie del momento, di sacrificare ciò che sentite pur di accontantare l’altro. A tal punto che se doveste scegliere tra raggiungere il vostro orgasmo o farlo raggiungere al/alla partner propendereste per questa seconda opzione. E’ il caso di dire che siete molto attenti al giudizio che vi viene attribuito e di conseguenza la situazione sessuale verrà vissuta come un esame da sostenere, un’occasione per dimostrare il proprio valore sessuale. Ciò di cui è importante tenere conto, però, è che queste situazioni vissute come esami creano ansia e l’ansia ha i suoi sintomi: sudorazione, tachicardia…e, nella sessualità, eiaculazione precoce, difficoltà ad avere o mantenere l’erezione. Queste sono le possibili conseguenze del vivere la sessualità come un luogo di giudizio.

L’ansia da prestazione, quindi, è quella sensazione, o meglio agitazione, che si viene a creare quando si è preoccupati delle aspettative dell’altro, reali o immaginate, e del suo giudizio. Ciò può derivare da una idea personale di insicurezza sessuale, dal timore di non essere all’altezza dell’altro e di ciò che si aspetta.

Come superare tutto questo? Se avete una buona sicurezza sessuale, acquisita da una vita sessuale soddisfacente, vi basterà iniziare a fare, in ogni occasione, quello che sentite senza obbligarvi ad assecondare l’altro. Cercate piuttosto di creare un punto di incontro, concertare una attività che possa essere accolta da entrambi. Se invece ritenete di non avere una sufficiente sicurezza sessuale vi consiglio di consultare uno psicologo, meglio se anche sessuologo, per capirne le origini e correre ai ripari attraverso un percorso terapeutico che sicuramente vi aiuterà a vivere la sessualità non più come il luogo in cui dimostrare il vostro valore sessuale ma come un’esperienza di piacere e divertimento.

Pubblicato in Sessualità | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Problemi di erezione

landscape-1445722508-g-impotence-471814261La disfunzione erettile è definita come la l’incapacità a raggiungere e/o mantenere un’erezione sufficiente che consenta un’attività sessuale soddisfacente. La difficoltà si manifesta in maniera variabile non solo da individuo a individuo, ma in momenti diversi nella stessa persona. L’erezione può essere completa o quasi e scomparire prima del rapporto, oppure diventare tanto debole da permettere l’introduzione del pene in vagina solo con l’aiuto delle mani, qualche volta può durare più a lungo e scomparire durante i movimenti coitali prima che la persona raggiunga l’orgasmo; per altri uomini, invece, il pene rimane semirigido per tutto il tempo dei preliminari, così che la penetrazione non può nemmeno essere tentata. Continua a leggere

Pubblicato in Sessualità | Contrassegnato | Lascia un commento

Perversioni: il feticismo

fetcNella perversione del feticismo l’eccitamento sessuale è determinato principalmente, o esclusivamente, da un oggetto inanimato o da una parte del corpo non sessuale come i piedi ad esempio. Senza questo oggetto è difficile, se non impossibile, raggiungere un adeguato piacere sessuale, in qualsiasi situazione erotica; esso rappresenta l’elemento unico ed indispensabile che consente il raggiungimento del piacere sessuale. Tra questi oggetti figurano mutandine, reggiseni, calze, reggicalze, scarpe, stivali, guanti, ecc.  Continua a leggere

Pubblicato in Sessualità | Contrassegnato , | Lascia un commento

Eiaculazione Precoce, un piacere troppo breve

eiaculazione-precoceProbabilmente l’eiaculazione precoce è il disturbo sessuale più frequente tra gli uomini. Le persone che ne soffrono lamentano la scarsa durata del rapporto sessuale sin dagli esordi della sessualità di coppia o dopo un periodo di vita durante il quale la sessualità è stata soddisfacente. Talvolta i tempi di eiaculazione sono così brevi che questa avviene ancora prima della penetrazione. Alcune persone raccontano di avere eiaculato, all’inizio della “carriera” sessuale, prima ancora di essersi spogliati. In genere però l’eiaculazione precoce si presenta durante la penetrazione; le cose vanno un po’ meglio durante i preliminari, cioè mentre si viene stimolati al pene con le mani o con la bocca, e ancora meglio se ci si masturba da soli. Continua a leggere

Pubblicato in Sessualità | Contrassegnato , | Lascia un commento

La dipendenza sessuale

beverly-s-fi-sex-keyboardPossiamo definire la dipendenza sessuale come una relazione distorta con il sesso attraverso la quale la persona ricerca il piacere, dà senso alla vita, allevia lo stress, fugge dai sentimenti negativi o dolorosi, dalle relazioni intime che non è capace di gestire. Questa relazione diviene il bisogno fondamentale rispetto al quale tutto il resto viene sacrificato, comprese le persone che vengono considerate solamente come oggetti da usare. I dipendenti sessuali hanno perso il controllo sulla loro capacità di dire no, sulla loro abilità di scegliere. Il loro comportamento sessuale diviene parte di un ciclo di pensieri, sentimenti ed azioni che non sono più in grado di controllare. Continua a leggere

Pubblicato in Sessualità | Contrassegnato | Lascia un commento

L’anorgasmia

problema-comuneCon il termine anorgasmia si indica l’impossibilità di raggiungere l’orgasmo. Essa si presenta in varie forme: alcune donne non sono mai riuscite a provare un orgasmo con nessun tipo di stimolazione, per altre la difficoltà compare solo al momento del rapporto sessuale. Per alcune la difficoltà è transitoria e varia la sua incidenza a seconda dei periodi, mentre per altre rimane stabile nel tempo. E’interessante notare che alcune donne sono fortemente disturbate dall’anorgasmia, altre si dicono comunque soddisfatte dall’intimità e dal piacere che ricavano dalla loro sessualità. Alcune donne, pur rimanendo anorgasmiche, sperimentano piacevoli esperienze erotiche, altre perdono completamente ogni interesse.  Continua a leggere

Pubblicato in Sessualità | Contrassegnato | Lascia un commento

Disturbi del desiderio

vaginismus-in-single-girlI disturbi del desiderio si presentano sotto una vasta gamma di variabilità. Possono riguardare un temporaneo, e per questo non sempre preoccupante, calo dell’interesse verso la sessualitò successivamente ad un lutto, nel corso di periodi particolarmente stressanti sotto il profilo lavorativo, in occasione di impegni gravosi o esami che portano la persona a mettere in secondo piano la sessualit o nel corso di una discordia di coppia.  In questi casi non si pu parlare di un vero e proprio disturbo sessuale a meno che lo scarso o nullo interesse verso la sessualità non persista nel tempo e rischi di compromettere l’eventuale relazione in atto o la possibilità di costruirne una. Tale calo del desiderio può, inoltre, essere causato da fattori organici o dall’uso di farmaci. Continua a leggere

Pubblicato in Sessualità | Contrassegnato | Lascia un commento

Eiaculazione ritardata o assente

aumentare-la-durata-del-rapportoL’eiaculazione ritardata consiste nell’incapacità della persona ad abbandonarsi al riflesso liberatorio dell’orgasmo. Esistono variazioni del quadro clinico per cui esistono casi in cui non è mai stato possibile raggiungere l’orgasmo magari anche in presenza di polluzioni notturne accanto ad altri la cui incapacità si manifesta solo al momento di eiaculare in vagina. La maggior parte dei pazienti presenta un comportamento che è compreso tra questi due estremi: sono capaci di rispondere adeguatamente all’autostimolazione in privato ma diventano completamente inibiti di fronte ad una donna. Continua a leggere

Pubblicato in Sessualità | Contrassegnato , | Lascia un commento

Il Vaginismo e la Dispareunia

vaginismo-600x300Il vaginismo è caratterizzato da una contrazione involontaria dei muscoli del terzo esterno della vagina che si presenta ogniqualvolta si tenti di introdurre un corpo estraneo: il pene,il tampone, il dito, anche il proprio.

Il vaginismo è una reazione globale di paura; la penetrazione sembra ridursi ai suoi soli significati aggressivi e violenti, la donna è consapevole del pericolo fantasticato e a differenza della dispareunia non attende il segnale del dolore per difendersi, si trasforma fin dall’inizio in una fortezza.  Continua a leggere

Pubblicato in Sessualità | Contrassegnato , , | 4 commenti

I disturbi psicologici

psychoI disturbi psicologici sono situazioni di forte disagio individuale identificabili con i sintomi di origine psicologica. Tuttavia, i disturbi psicologici interessano e si diffondono su tutto l’organismo. Le forme principali di psicopatologie sono il disturbo dell’ansia generalizzato, il disturbo di panico, il disturbo ossessivo- compulsivo, le fobie e la depressione. L’ansia è un’emozione che tutti hanno sentito nelle situazioni di pericolo oppure nei momenti stressanti (ad esempio prima di un esame). Piccole quantità di agitazione contribuiscono all’aumento dell’attenzione e all’attivazione neuro-fisiologica; questo ci aiuta a prepararsi e attivarsi nelle situazioni che richiedono specifiche reattività e quindi costituisce una specie di allerta funzionale alla persona.  Continua a leggere

Pubblicato in Sessualità | Lascia un commento

Il disturbi dell’alimentazione

alimentazioneI disturbi del comportamento alimentare (DCA) sono le patologie che generalmente si identificano nel rapporto problematico tra l’individuo e il cibo. Le principali forme di DCA sono l’Anoressia Nervosa, la Bulimia Nervosa e il Disturbo da Alimentazione Incontrollata. Nonostante il fatto che la quota maschile risulti in aumento, le più a rischio sono le giovani donne occidentali. È noto che i disturbi alimentari si manifestano più spesso nelle grandi città, ma non ci sono particolari distinzioni di classe sociale. Per quanto riguarda l’età delle persone più a rischio, in Italia c’è una prevalenza di DCA del 5,3% nella fascia di età tra 18 e 25 anni, secondo i dati del Ministero della salute (2009). Continua a leggere

Pubblicato in Sessualità | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento